martedì, Luglio 23, 2024

I vincitori del premio Sant’Esuperanzio
più social di sempre

CINGOLI - La 18esima edizione del concorso artistico-letterario dedicato al santo patrono del Balcone delle Marche si conclude. Tema dell'anno, il rapporto tra i più giovani e il mondo della tecnologia e dei social


Il premio Sant’Esuperanzio si aggiorna e, pur non dimenticando il sociale, scopre un’anima più “social”. Si è conclusa la 18esima edizione del prestigioso concorso artistico-letterario di Cingoli.
L’iniziativa culturale promossa dal direttivo patronale e rivolta agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale cingolano, ha ottenuto anche quest’anno un notevole successo sia per la qualità che per la quantità degli elaborati pervenuti, oltre 240. Accattivante e di attualità la tematica scelta: “La mia vita tra pc, smartphone, tablet, facebook, videogiochi, sms, cellulari, videocamere digitali, internet, e-mail, hangouts, whatspp, skipe, viber, wechat, linkedin, instagram, badoo, youtube, messenger, twitter. Dipendente o fruitore intelligente?“.

IMG_9030-267x400
Si è voluto così esplorare il mondo dei giovani, strettamente collegato ai social network, per invitarli ad un’analisi critica e personale sui rischi di un uso errato di questi mezzi.
Due le sezioni di lavoro: quella grafica con il giudice unico Eugenio Morganti e quella letteraria presieduta da Antonio Emiliani coadiuvato dalle signore Teresa Latini, Layla Giordani, Pina Salomoni e Orietta Alfei. La cerimonia di premiazione ha avuto luogo all’auditorium Santo Spirito alla presenza dell’assessore municipale alla Cultura Martina Coppari, del vescovo emerito Claudio Giuliodori, della direttrice dell’alberghiero Varnelli Rosella Bitti, del vice preside del comprensivo Mestica, Daniele Duranti, dei componenti della dirigenza esuperanziana e della giuria. I componimenti scritti sono stati declamati dalle voci di Barbara Chiaramoni, Gioia Soldi, Sabrina Nocelli e Gretel Centanni. Questi i premiati: la sezione seconda A scuola dell’infanzia di Cingoli, la classe prima A della primaria di Grottaccia e gli alunni Maria Sole Visentin, Giorgia Vigoni, Emma Bacci, Matilde Massaccesi, Aurora Coppari, Vanessa Rango, Mattia Mercuri, Flavio Schiavoni, Michele Stura, Daniele Tonini, Enea Giovagnoni, Maria Bahri, Elia Gasparroni, Giada Giorgini, Alice Orazi, Samantha Ciucci, Giovanni Marinangeli, Marco Atia, Hoara Verducci, Rebecca Foresi, Samuele Pretini, Denny Ciattaglia, Samuele Corinaldi, Francesco Albanesi, Jassine Badine, Riccardo Marconi, Mauro Lucentini, Simone Velestrini, Marta Nocioni, Giulia Salta, Giorgia Branchesi, Ludovica Paciarotti, Michela Rendoni. A tutti è stato consegnato l’attestato ed una busta regalo con materiale didattico e letterario. Al termine il giornalista e insegnante Giovanni Sbergamo – che ha condotto la premiazione – ha annunciato che l’edizione del prossimo anno sarà realizzata in collaborazione con la sezione Avis di Cingoli, in occasione del 50esimo anniversario di fondazione del sodalizio intitolato ad Antonio Galloppa. Per tale circostanza sono in programma varie iniziative locali che rientreranno a loro volta nel calendario del 90esimo di costituzione dell’Avis nazionale.

IMG_8975-650x433
IMG_8969-650x433

Leonardo Giorgi
Leonardo Giorgi
Affacciato dal Balcone delle Marche, Leo osserva il territorio maceratese per raccontare tutte le curiosità più interessanti e dare una mano a chiunque sia in difficoltà. Non dorme mai, ed è disponibile notte e giorno per la squadra e per le persone che chiedono il suo aiuto. É chiamato il “Marziano” perchè si rifugia spesso sullo spazio, per non farsi trovare dai potenti che prende in giro. Instancabile scrittore, i suoi unici punti deboli sono i videogiochi Nintendo e la musica rock. Prima di fare il giornalista era un famoso allenatore di Pokémon.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie