mercoledì, Maggio 22, 2024

Pedibus: in 110 a scuola a piedi,
città a misura di ambiente e di bambino

MACERATA - Premiate con un contributo di 1000 euro le scuole primarie Natali, Anna Frank e Montessori che hanno raggiunto l'obiettivo dei 20 partecipanti. Si muovono anche la Pertini, quartiere Pace e Mameli. L'assessore Mario Iesari: "Impegno e fiducia in uno stile di vita più virtuoso e sostenibile"

pedibus-3-225x400
Il gruppo del quartiere Vergini

 

Pedibus, obiettivo raggiunto e promessa mantenuta. Come annunciato dall’amministrazione comunale di Macerata all’inizio dell’anno scolastico, i gruppi che hanno aderito al progetto di accompagnamento pedonale a scuola e che hanno raggiunto i venti iscritti, riceveranno un riconoscimento di 1.000 euro da utilizzare in beni o servizi per attività didattiche del proprio istituto. Sono tre i gruppi che in pochi mesi hanno tagliato questo traguardo: le primarie Natali di Sforzacosta, l’Anna Frank di Villa Potenza e la Montessori. Nel frattempo si sono costituiti altri tre gruppi non ancora giunti a 20 partecipanti ma premiati comunque per l’impegno dall’amministrazione con un contributo di 500 euro, che potrà arrivare a 1000 prima della fine dell’anno scolastico. Si tratta delle scuole primarie quartiere Pace e Sandro Pertini di Piediripa e della scuola primaria Mameli. Da pochi giorni si è attivato anche un altro piccolo gruppo nella scuola Enrico Medi delle Vergini. “Sono particolarmente soddisfatto di questo riconoscimento – interviene l’assessore all’Ambiente,  Mario Iesari – per i bambini, i genitori, e anche gli insegnanti che hanno sposato il progetto Pedibus  proposto dall’Amministrazione. Questo contributo alle attività scolastiche arriva grazie al loro impegno e alla loro fiducia nella possibilità di rendere possibile uno stile di vita più virtuoso e sostenibile. Inoltre vedo con soddisfazione che i bambini che partecipano al progetto sono davvero contenti e i loro genitori apprezzano l’iniziativa”.

pedibus-4-225x400In totale sono 110 i bambini, 15 gli accompagnatori volontari e 7 le scuole primarie coinvolte nel progetto. Un progetto che si sta diffondendo in molte città e i cui vantaggi non sono soltanto di tipo ambientale, come la riduzione del traffico e di conseguenza delle polvere sottili e dei gas serra, ma anche di tipo sociale perché permette ai bambini di inserirsi in maniera più positiva nella realtà urbana e a questa ultima di diventare più sicura e gradevole adattandosi alle loro esigenze. Pedibus si concretizza in un percorso pedonale in genere di circa 1 chilometro, lungo il quale i bambini possono attendere l’arrivo del gruppo come avviene normalmente per gli autobus. La sicurezza è garantita dalla presenza di accompagnatori volontari, a Macerata gli stessi genitori, e dall’utilizzo di segnali indicatori e di casacchine particolarmente visibili per bambini e accompagnatori.

 

pedibus-2-650x488
Il progetto Pedibus coinvolge 110 bambini delle scuole primarie

Articoli correlati

1 COMMENT

  1. A questo punto mi sembra doveroso per il Comune la realizzazione di dossi di rallentamento per pedoni in prossimità delle scuole.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie