lunedì, Maggio 20, 2024

Quali erano le erbe
predilette dalle streghe?

DOMANDE E RISPOSTE - Articolo realizzato per MiniFocus dagli alunni delle classi 4^F e 4^G del liceo scientifico "G. Galilei " di Macerata nell'anno scolastico 2014/2015, vincitrici del concorso nazionale Focuscuola

atropa-belladonnaQuali erano le erbe predilette dalle streghe?

Secondo la tradizione e le leggende, le streghe erano solite impiegare alcune erbe nei loro preparati. Fra queste spiccava la Belladonna (Atropa belladonna), una pianta erbacea presente, anche se rara, in tutta Italia. Questa sintetizza alcaloidi (atropina, scopolamina) nelle radici, che poi vengono traslocati in tutte le parti della pianta, soprattutto nei frutti e nei semi. L’intossicazione è caratterizzata da allucinazioni e disordini psicomotori. E’ stato ipotizzato, pertanto, che il “sabba delle streghe” fosse l’effetto di un uso rituale di belladonna. Il nome della pianta allude all’uso, comune nel Rinascimento, di dilatare le pupille e rendere più attraente lo sguardo delle dame. Prima dell’avvento degli anestetici di sintesi, inoltre, veniva usata come anestetico chirurgico. Oggi l’atropina è usata in oculistica per dilatare le pupille.

Articolo scritto dagli alunni delle classi 4F e G del liceo scientifico Galilei di Macerata e inserito nel “Minifocus” realizzato dagli studenti per il concorso nazionale

scientifico_classe4F

scientifico_classe4G

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie