giovedì, Giugno 13, 2024

Letture a bassa voce
al centro aggregazione
di Fontescodella

MACERATA - I volontari di Nati per leggere hanno allestito un punto per i più piccoli che dormono al palasport dopo le scosse di terremoto

nati_per_leggere-1

Che bello quando qualcuno legge per noi e fa le facce e ci sorprende con una vocina che non ci aspettavamo. 
I volontari di “Nati per leggere” sono arrivati ieri sera al palasport di Fontescodella a Macerata dove dormono anche i bambini che non si sentono sicuri in casa. In un angolo riservato a loro le volontarie hanno accompagnato i bambini nel mondo dei libri.

«Tra le strategie di coinvolgimento dei gruppi dei bambini – spiega Elena Carrano, responsabile di Nati per Leggere –  è stata ampiamente privilegiata la “lettura a bassa voce”, con la consapevolezza, derivata dagli studi e ricerche di NPL e dall’esperienza sul campo, della sua validità comunicativa e relazionale: il potere aggregante ed emotivamente coinvolgente della lettura “vicariale” ha permesso di focalizzare l’attenzione su storie significative, in grado di aiutare i bambini ad elaborare i traumi subiti dal sisma, specialmente quelli della perdita dei propri ambienti con una funzione  importante nella ricostruzione dell’equilibrio delle emozioni. Una “pausa distensiva” rispetto ai ritmi di vita impliciti dell’essere ospiti di un struttura».
Nei giorni scorsi al Fontescodella era arrivata la pizza.

nati_per_leggere-2

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie