venerdì, Giugno 21, 2024

Entrano nel coderdojo
e programmano i loro robot

TECNOLOGIA - Alla fiera dell'elettronica di Villa Potenza il club di Recanati è stato protagonista mostrando le sue invenzioni

corerdojo-recanati-fiera-elettronica
I progetti del coderdojo di Recanati alla fiera dell’elettronica

Il coderdojo di Recanati protagonista alla fiera dell’elettronica di Villa Potenza. Ma che cos’è un coderdojo? Con questa parola si identificano dei club gratuiti il cui obiettivo è l’insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli. CoderDojo è un movimento aperto, libero e totalmente gratuito organizzato in centinaia di club indipendenti sparsi in tutto il mondo. In Italia sono oltre 40. Seguendo questo corso mensile i ragazzi di Recanati imparano ad usare Scratch, un programma dove puoi liberare la fantasia scegliendo o creando personaggi e sfondi per inventare storie o videogiochi.

fiera-elettronica-2016-53-650x432
La fiera dell’elettronica di Villa Potenza

Dopo un tot di lezioni puoi passare al corso avanzato e programmare i robot della  Clementoni e, successivamente quelli della Lego. I robot li devi costruire pezzo pezzo, dargli i comandi da eseguire; poi si possono creare o utilizzare applicazioni con il computer. Dopo dieci lezioni segnate sul tesserino delle presenze puoi diventare MiniMentor, cioè  avere la responsabilità di insegnare ai principianti come usare Scratch seguendo il tutorial predisposto (cioè delle fotocopie su cui ci sono scritti delle istruzioni da seguire per comporre il programma). Gli esercizi man mano che si prosegue con le lezioni diventano sempre più difficili: partendo dalle storie fino ai videogiochi.

fiera-elettronica-2016-47-650x432
Alcuni droni

Alla Fiera dell’Elettronica il Coderdojo era presente insieme ai progetti degli studenti dell’IIS “Mattei”. Gli studenti del quarto e quinto anno sono i Mentor, ovvero aiutano negli esercizi più difficili. I ragazzi dell’IIS hanno presentato i loro progetti tra cui un robot che era programmato per risolvere in pochissimo tempo il cubo di Rubik, un robot che si muoveva nel pavimento ma era programmato per riuscire  a schivare gli ostacoli mediante un sensore ed infine un ragno gigante di plastica interamente realizzato con la stampante 3D e che  muoveva le sei zampe meccaniche grazie ad Arduino. Chi ha visitato i laboratori  poteva programmare i robot per fargli percorrere una strada impostata. Si sono fermate davanti ai due stand tantissime persone tra cui moltissimi bambini e ragazzi. Tra loro anche la Champion del Coderdojo Tolentino e il Champion del Coderdojo Ancona. Per maggiori informazioni sul coderdojo visitare la pagina www.coderdojorecanati.it oppure la pagina fb Coderdojo Recanati.

Marco Ribechi
Marco Ribechi
è l’esploratore della redazione. Ama la natura e gli animali, va in missione con il suo fido compagno Teo. La sua passione sono i viaggi avventurosi. Lui è “Rio”. Soffre il freddo tremendamente e aspetta tutto l’anno l’arrivo del sole e della bella stagione. Per rilassarsi strimpella un po’ la chitarra. Sportivo ha la passione per la bicicletta.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie