giovedì, Maggio 23, 2024

Torneo Cleti,
vince ancora la Vigorina

CALCIO GIOVANILE - La formazione senigalliese bissa il successo dello scorso anno e festeggia al campo dei Pini l'affermazione nella 31esima edizione della manifestazione riservata alla categoria Esordienti organizzata dalla Junior Macerata. Secondi gli abruzzesi del Poggio degli Ulivi, terza la Recanatese

torneo cleti 2016 (3)
Fuochi d’artificio al termine della premiazione del torneo Cleti

 

di Michele Carbonari

La Vigorina Senigallia batte 3-0 il Poggio degli Ulivi e conquista il Torneo “Nando Cleti” 2016. La formazione anconetana, alla terza finale consecutiva, vince la coppa per il secondo anno di seguito e ottiene la rivincita nei confronti della formazione abruzzese, di Città Sant’Angelo, che l’aveva battuta proprio un paio di stagioni fa. Con questi due successi di fila (2015-2016) la Vigorina eguaglia il record della Dinamo Vis, capace di fare lo stesso nelle annate 1992-1993. La finalissima, riservata alla categoria Esordienti e suddivisa in tre tempi da venti minuti, si è svolta ieri al campo dei Pini di fronte a circa seicento spettatori e ha visto imporsi i giovani guidati da Filippo Sartini grazie alle reti, una per frazione, di Gatti, Arsendi e Tumani. Le due squadre hanno dato vita ad una bellissima partita, corretta ed equilibrata nonostante il punteggio un po’ bugiardo lasci intendere altro. Sul gradino più basso del podio si afferma la Recanatese di mister Alessandro Conti che ha battuto anche lei 3-0 la Vis Pesaro nella finalina per il terzo e quarto posto (in gol Cingolani e Piccinini nel primo tempo e Grassi nell’ultimo).

La Recanatese terza classificata
La Recanatese terza classificata

Il grande risultato ottenuto dalla 31ima edizione del Torneo Nando Cleti, organizzato dalla Junior Macerata e unico ad ospitare squadre da fuori regione (in tutto 44), è sottolineato dall’allenatore giallorosso: «Questa manifestazione è eccezionale. – afferma il tecnico leopardiano -. Rispecchia la purezza dei ragazzi, che hanno in noi educatori e allenatori i loro punti di riferimento. Inoltre esprime anche i valori di chi organizza il torneo. Mi piace mettere in luce le quattro squadre giunte alla fase conclusiva: ognuna rappresenta provincie e addirittura regioni diverse. Quattro scuole di calcio differenti però basate tutte su lavoro e organizzazione – conclude mister Alessandro Conti -. Ciò che viene messo al primo posto è l’artista: il gioco». Parole di elogio al Torneo arrivano anche dal sindaco Romano Carancini: «Innanzitutto voglio ringraziare chi non è di Macerata ma che oggi è qui – esordisce il primo cittadino -. Questi tornei estivi sono un punto di arrivo per ragazzi e allenatori e servono per verificare i miglioramenti di ciascuno. Inoltre, hanno la missione di far conoscere, confrontare e crescere i giovani perché lo sport serve anche per maturare e affrontare ciò che i ragazzi incontreranno poi nella loro vita – termina Carancini -. Il tutto anche grazie all’importante presenza dei genitori e dei tecnici». La cerimonia di premiazione, dopo l’omaggio floreale alla signora Marisa Perroni madre di Nando Cleti, si è svolta alla presenza, tra gli altri, del presidente della Figc Marche Cellini, del segretario Castellana, del presidente Aia regionale Malascorta, di tutte le più importanti cariche provinciali. La bella serata si è conclusa con un piacevole spettacolo pirotecnico.

torneo cleti 2016 (2)
Marcello Temperi, presidente Junior Macerata, e Alberto Crocioni numero uno dell’ Helvia Recina

 

torneo cleti 2016 (7)
Il Poggio degli Ulivi secondo classificato e premiato dal sindaco di Macerata, Romano Carancini
torneo cleti 2016 (5)
La Vis Pesaro quarta classificata
Marco Cencioni
Marco Cencioni
è il nostro eroe dello sport. Appassionato di calcio, tocco sopraffino, difensore roccioso fuori e dentro il campo. Sulle sue spalle, sopra il numero 4 campeggia il nick name “Ceng”. Ha lo spirito dell’allenatore. Per lui ogni partita si gioca fino al fischio finale, non si arrende mai. Gira il mondo e la provincia per scovare i giovani campioni che diventeranno gli atleti del futuro.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie