sabato, Luglio 13, 2024

“Oh che bel castello”,
in 200 sul palco

MACERATA - In scena al Don Bosco Le cronache di Ardoir ed Amelim che altro non sono che gli anagrammi delle scuole Rodari e Mameli che hanno proposto lo spettacolo

Spettacolo scuole 2

 “Oh che bel castello” è lo spettacolo conclusivo del progetto che ha visto impegnati circa 200 bambini delle scuole dell’infanzia Mameli e Rodari  dell’istituto comprensivo Mestica di Macerata. Nei giorni scorsi è andato in scena al Teatro Don Bosco è andato in scena . Diretti da Scilla Sticchi, i bambini e le maestre hanno portato in scena Le cronache di Ardoir ed Amelim – che altro non sono che gli anagrammi delle due scuole, un omaggio a Gianni Rodari che adorava tanto i giochi linguistici – recitando, ballando e cantando davanti ad altrettanti divertiti e commossi genitori.

Spettacolo scuoleIl laboratorio teatrale è stato lo spazio del gioco ma ancora più una palestra creativa dove ogni bambino è stato libero di sperimentare, esplorare e conoscere i propri strumenti espressivi. All’interno del cerchio del gioco nessuno era escluso, insegnanti comprese che si sono prestate con grande gioia e partecipazione. Tutte le insegnanti si sono dette pronte a rimettersi in gioco e guidate da Scilla si sta già pensando allo spettacolo del prossimo anno che vorrebbe coinvolgere tutte le scuole dell’infanzia del comprensivo. Al termine dello spettacolo 50 bambini sono stati diplomati e festeggiati per la fine del loro percorso alla scuola dell’infanzia. Ringraziamenti d’obbligo per la collaborazione anche al maestro di teatro Francesco Faccioli e per le scenografie all’Associazione Assoz nelle persone di Martina Fermani e Sara Cancellieri.

Gabriele Censi
Gabriele Censi
Esperto di video con la sua telecamera non si lascia sfuggire un servizio. Ama la natura e la vita nei campi e porta sempre i frutti della terra ai suoi inseparabili amici della Base. E’ il grande saggio e bisbiglia consigli e suggerimenti. “Guru” lo chiamano gli amici. Nessuno conosce la sua età.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie