lunedì, Luglio 22, 2024

Sorpresa al parco San Lorenzo:
50 farfalle lo colorano nella notte

RECANATI - I volontari del centro culturale hanno rinnovato il giardino del quartiere con colori vivaci e allegri. Il regalo per i bambini è arrivato nella "Notte dei beni comuni"

Firma lasciata dalle 50 farfalle
La firma lasciata dalle “50 farfalle”

Una meravigliosa sorpresa è arrivata durante la notte per I bambini di Recanati. Il parco in cui giocano ogni pomeriggio si è magicamente riempito di colori. 50 ragazzi del centro culturale Fonte San Lorenzo, silenziosi come farfalle, hanno trasformato il giardino del quartiere rimettendolo a lucido e ripitturandolo. Questo è stato un regalo per tutti i bambini che giocano ogni giorno nell’area che da oggi avranno un luogo più allegro dove ritrovarsi. L’iniziativa è avvenuta per la “Notte dei beni comuni” che ha raccontato in un solo giorno quanto di bello possa esserci nel lavorare insieme per gli altri. Infatti è proprio grazie all’attenzione dei volontari che ora quel parco è curato e pulito. Questo gesto dimostra quanto valga il sorriso di un bambino, che vede il suo luogo di giochi nuovo e splendente come non l’aveva mai visto.

Parco Fonte San Lorenzo
I giochi del parco Fonte San Lorenzo

Questo è il racconto della magica notte fatto da uno dei volontari del centro culturale:

“Questa notte cinquanta farfalle sono venute nel nostro parco. Alcuni testimoni ci hanno riferito di averle viste arrivare verso le 21 di martedì 7 giugno. Erano giovani, belle e colorate. Tutte insieme, come se si fossero divise il lavoro, hanno passato la notte a trasformare il parco del Centro Culturale Fonti San Lorenzo: si sono silenziosamente posate sulle giostre e le hanno stuccate, scartavetrate, lisciate, smaltate, colorate. Altri residenti del quartiere giurano però di non aver visto nessuno: non si sono sentiti rumori, e il buio della notte mimetizzava con la quercia e le altre piante i loro colori floreali. Tuttavia, non ci sono dubbi del loro passaggio: prima di andarsene, infatti, verso le 7 della mattina dell’otto giugno, si son messe in fila sopra al muretto che circonda il campo da calcetto, lasciando una firma. Nessuno le ha sentite andare via, ma una scia colorata bellissima ha accompagnato il profumo dolce del regalo fatto a una comunità”.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie