sabato, Giugno 22, 2024

Centodieci aspiranti Ciceroni
premiati dal Fai

MACERATA - Gli studenti di sei scuole hanno accompagnato curiosi e visitatori alla scoperta delle bellezze del proprio territorio e della provincia. La capo delegazione Maria Paola Scialdone: "Hanno appreso nuovi contenuti per trasmetterli a loro volta perché solo così può svilupparsi il vero senso civico"

Fai premia istituto bramante Macerata classe 4_Foto LBdi Sara Santacchi

(foto Lucrezia Benfatto)

Hanno svestito i panni degli studenti tra i banchi di scuola indossando per due giorni quelli di narratori d’eccezione, raccontando il valore dei luoghi che abitano e le storie che custodiscono. Così 110 studenti sono diventati Ciceroni, accompagnando curiosi e visitatori alla scoperta delle bellezze del proprio territorio e della provincia, durante le giornate della Primavera del Fai, il 19 e 20 marzo. Questa mattina, all’istituto Bramante di Macerata, ragazzi dai 12 ai 18 anni hanno ritirato l’attestato di partecipazione di Apprendisti Ciceroni, progetto promosso dal Fai e rivolto a studenti di scuole medie e superiori per vivere la riscoperta del patrimonio d’arte e natura italiano come un’esperienza inclusiva capace di coinvolgere adulti e bambini, giovani e famiglie. Sei le scuole che hanno partecipato al progetto tra Apiro, Camerino, Macerata, San Ginesio ed Esanatoglia. I ragazzi si sono spesi con passione e impegno mostrando sensibilità per i luoghi che ci circondano e che rappresentano un ricco patrimonio artistico e culturale delle città.

Fai premio scuole_Foto LB (1)
Maria Paola Scialdone, capo delegazione Fai Macerata

Nel corso della cerimonia nell’aula Magna dell’istituto Bramante, Maria Paola Scialdone, capo delegazione Fai Macerata, ha sottolineato proprio “l’importanza dell’iniziativa attraverso la quale gli Apprendisti Ciceroni hanno appreso nuovi contenuti, nel percorso di preparazione alle visite guidate, per poi trasmetterli a loro volta perché solo così può svilupparsi il vero senso civico. Attraverso le visite dei luoghi di culto delle vostre città – ha continuato – avete promosso la raccolta di fondi che saranno riutilizzati proprio per i beni artistici della città”.

Fai premio scuole_Foto LB (5)
Gli studenti all’istituto Bramante di Macerata alla consegna degli attestati di Aspiranti Ciceroni

Fondi che hanno permesso il recupero del Bosco di San Francesco, ad Assisi, riportato all’antico splendore grazie all’intervento del Fai. “L’impegno di questi ragazzi è fondamentale per salvaguardare l’Italia”. A consegnare gli attestati Rosalia Mazza, vice prefetto di Macerata. Un’attività quella del Fai che si muove quasi completamente grazie al volontariato con la missione di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale, ma anche farlo conoscere. Le sei scuole che hanno partecipato al progetto per Aspiranti Ciceroni sono: l’istituto comprensivo Coldigioco di Apiro, l’istituto superiore Costanza Varano di Camerino, il liceo scientifico di Macerata e l’istituto tecnico Bramante di Macerata nonché l’istituto di istruzione superiore Alberico Gentili di San Ginesio. Un riconoscimento è stato consegnato anche all’istituto comprensivo di Esanatoglia, protagonista del Faimarathon, lo scorso 18 ottobre.

Fai premia Istituto Varano Camerino_Foto LB

Fai premia istituto bramante Macerata classe 3_Foto LB.jpg

Fai premio scuole_Foto LB (2)
Da sinistra: Rosalia Mazza, vice prefetto di Macerata insieme a una professoressa del Bramante

Fai premio scuole_Foto LB (6)

Fai premio scuole_Foto LB (4)

Fai premio scuole_Foto LB (3)

Fai premia scuola media Esanatoglia_Foto LB

Fai premia scuola media Apiro_Foto LB

Fai premia liceo scienze umane San Ginesio_Foto LB

Fai premia Liceo Scientifico Macerata_Foto LB

Lucrezia Benfatto
Lucrezia Benfatto
è la fotografa e grafica. Controlla che il sito e gli articoli siano colorati, divertenti e belli da guardare. Scatta un sacco di fotografie con cui abbellire e completare gli articoli e le rubriche del giornale. Da questo il nome di battaglia “Scatto”. Disegna e colora gli sfondi e segue la pagina facebook.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie