lunedì, Giugno 17, 2024

A lezione nell’orto:
fava e orzo quasi maturi

SAN SEVERINO - Taglio del nastro alla scuola di Cesolo per la serra. L'attività è legata al tema “Alimentazione e ambiente: nutriente per te, sostenibile per la Terra”

 

La serra e l'orto della scuola di Cesolo
La serra e l’orto della scuola di Cesolo

Con l’arrivo della primavera sono stati ufficialmente inaugurati l’orto e la serra che gli alunni e le insegnanti della scuola primaria di Cesolo hanno realizzato nel cortile del plesso, con l’aiuto di alcuni genitori e con il supporto del Comune di San Severino.

Alla semplice ma festosa cerimonia del taglio del nastro sono intervenuti – fra gli altri – il dirigente scolastico del Comprensivo “Tacchi Venturi”, Sandro Luciani, il direttore per i Servizi generali amministrativi, Fabio Cristofanelli, il presidente del Comitato di frazione, Alfonso Chirielli, e i genitori di molti bambini, a cominciare da coloro che hanno generosamente collaborato all’iniziativa.

Il progetto è legato al tema “Alimentazione e ambiente: nutriente per te, sostenibile per la Terra” e al concorso regionale dedicato a “Orti scolastici e biodiversità agraria”, grazie al quale la primaria di Cesolo ha già vinto non solo la somma di 900 euro, ma anche una serie di sementi selezionate dalla “Banca del seme”, istituto che protegge e valorizza i semi autoctoni. Orzo e fava, ad esempio, fanno già bella mostra di sé nell’orto, mentre nella serra – che è un prezioso semenzaio – trovano spazio i semi (donati dalla “Banca”) di fagioli, pomodori, ceci, cicerchia, cipolle, anice, mais ed erbe aromatiche. Presto gli alunni si prenderanno cura di fragole e altre semine di primavera. Insomma, un grande lavoro d’équipe – cui collabora pure l’Università di Camerino con il ricercatore Alessandro Acqua – che sta entusiasmando tutti i bambini: ogni classe, dalla prima alla quinta, ha il suo compito quotidiano da svolgere. Il progetto prevede uno sviluppo quinquennale e una serie di incontri di approfondimento a scuola, grazie alla collaborazione di Roberta Tacchi, naturalista, che ha promosso diversi progetti intorno al tema dell’alimentazione e della sua sostenibilità (come attività volontaria a supporto delle iniziative didattiche e laboratoriali). Intanto, a margine dell’inaugurazione, il dirigente Sandro Luciani ha fatto i complimenti ad alunni e insegnanti per l’opera avviata, ringraziando tutti coloro che hanno dato il proprio sostegno alla realizzazione di orto e serra. Poi, un piccolo rinfresco ha chiuso il pomeriggio di festa, tra biscotti preparati dai bambini, pane e marmellata, pane con olio ed erba cipollina.

 

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie