mercoledì, Luglio 24, 2024

Insieme di (batti) cuore

SCUOLA - Si è concluso alla fine nei plessi di Appignano e di Montefano, il terzo anno di attuazione del progetto che avvicina studenti dall'infanzia alle medie alle manovre salvavita

comprensivo-Robbia-3-1024x768

L’istituto comprensivo Luca Della Robbia di Appignano, promuove la cultura della sicurezza, della prevenzione e del primo soccorso.
Si è concluso alla fine della scuola, nei plessi di Appignano e di Montefano, il terzo anno di attuazione del progetto “Insieme di (batti) cuore”. Il progetto – svolto in base ad un accordo quadro fra l’Istituto comprensivo Luca Della Robbia, i Comuni di Appignano e Montefano, l’Università Politecnica delle Marche – Facoltà di Medicina e Chirurgia centro di Ricerca e Servizio “il Cuore dell’Univpm”, diretto dalla professoressa Erica Adrario – si è rivolto a tutti gli studenti dell’Istituto a partire dai bambini e dalle bambine di 5 anni della scuola dell’infanzia fino ai tredicenni dell’ultima classe della scuola secondaria di I grado. Lo scopo è stato educare gli studenti a realizzare un primo soccorso efficace, eseguendo manovre salvavita proporzionate al pericolo, superando i timori che potrebbero limitare fortemente l’esecuzione di tali interventi. Il progetto ha visto anche per quest’anno la partecipazione e il prezioso contributo umano e professionale di Alessio Gianfelici, infermiere del Sistema di emergenza territoriale 118 attualmente collocato a riposo.
comprensivo-Robbia-2-1024x768Nella scuola primaria “Dante Alighieri” di Appignano, gli alunni e le alunne delle classi quinte attraverso alcuni cartelloni, realizzati con le loro insegnanti, hanno mostrato le conoscenze e le abilità apprese; a seguire i ragazzi e le ragazze delle classi terze della scuola secondaria, guidati dall’esperto Gianfelici, hanno fatto una dimostrazione della manovra di disostruzione delle vie aeree e della sequenza Basic Life Support.

Il tutto si è replicato nella scuola primaria “Olimpia ” di Montefano. I ragazzi e le ragazze delle classi quinte della primaria, dopo un simpatico balletto introduttivo hanno esposto un cartellone esemplificativo dei concetti appresi; le classi terze della secondaria di primo grado hanno mostrato alle loro famiglie ciò che hanno appreso nel corso delle lezioni tenute da alcuni docenti dell’Istituto comprensivo e dal signor Gianfelici. Tra gli ospiti era presente anche la sindaca  del comune di Montefano Angela Barbieri.
In entrambi i plessi prima degli interventi dei ragazzi, i discenti e le loro famiglie hanno potuto godere anche dell’intervento di un operatore dell’Unità cinofila della Croce Rossa Italiana – Comitato di Macerata, accompagnato dai suoi cani addestrati per la ricerca e il soccorso di persone.
comprensivo-Robbia-4-1024x576«Nelle due serate – scrive la scuola in una nota – abbiamo avuto il piacere della presenza di Daniele Messi rappresentante del personale della Centrale Unica di Risposta Marche-Umbria-Numero di emergenza Unico Europeo 1-1-2 che, grazie alla disponibilità offerta dal dirigente del settore Sistema integrato delle emergenze-Agenzia regionale sanitaria Andrea Fazi, ha permesso a tutti i partecipanti di conoscere le peculiarità di tale servizio che nella nostra Regione è attivo dal 2020.
Al termine di ogni evento, quattro delle 40 docenti dell’Istituto comprensivo, che hanno conseguito il brevetto Blsd (Basic Life Support – early Defibrillation) , si sono rese disponibili per simulare una richiesta di soccorso sanitario e un soccorso con l’uso del Defibrillatore semiautomatico Esterno (Dae)
comprensivo-Robbia-1-1024x591 comprensivo-Robbia-5-865x1024 comprensivo-Robbia-6-1024x677Essendo iniziata dall’anno scorso una collaborazione anche con le Avis dei due comuni, hanno partecipato agli eventi, apportando un loro prezioso contributo, anche il presidente dell’AVIS di Montefano Luigi Accattoli e il presidente dell’Avis di Appignano Giuliano Brunacci.
Soddisfazione è stata manifestata da tutti i partner del progetto, soprattutto per la ricaduta del progetto sul territorio tramite il coinvolgimento delle famiglie. Il progetto risponde in pieno alle linee progettuali dell’IC Luca Della Robbia e all’aspirazione di docenti e Dirigente dell’Istituto di promuovere un percorso verticale di educazione alla cittadinanza orientato ad autentici compiti di realtà come lo è l’intervento immediato in situazioni di emergenza e pericolo».

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie