mercoledì, Luglio 24, 2024

Yoga a scuola:
si pratica con le bolle di sapone

RECANATI - Alla lezione hanno preso parte le le classi primarie dell’Istituto comprensivo Nicola Badaloni

yoga_scuola-3-1024x767Yoga educativo con le classi primarie dell’Istituto comprensivo Nicola Badaloni di Recanati. La lezione si è svolta giovedì nel cortile del Circolo ricreativo culturale “B. Gigli” ex Dopolavoro, nel rione Castelnuovo, per l’ultimo giorno di scuola.
Le maestre Ileana Severini, Cristina Pigini e Marta Pomili, hanno ricreato un ambiente rilassante e giocoso in cui gli alunni e alunne, in perfetta connessione con la natura, hanno assunto le varie pose yoga a iniziare dai loro animali preferiti, fino simulare alberi, luna, sole, acqua, e tanti altri elementi. Il tutto intervallato da momenti di animazione, racconti di storie e canzoni. La lezione è terminata con le bolle di sapone, uno dei tanti giochi che si propongono per concentrarsi sulla respirazione, divertendosi. Guardare le splendide e grandi bolle di sapone fatte con le mani da una bimba prodigio e da una maestra è stato il momento più magico. Bolle di sapone scintillanti e leggere che hanno lasciato una sensazione di felicità e, soprattutto, il desiderio giocoso di sognare.
yoga_scuola-2-1024x768«Lo Yoga Educativo – si legge in una nota – coniuga antichi principi olistici dello Yoga e i più recenti orizzonti pedagogici, psicologici e biomedici. Portarlo a scuola ha l’obiettivo di offrire un metodo pedagogico e didattico diverso. Riconosciuto dal Miur, favorisce una crescita armoniosa dei bambini/e e dei ragazzi/e rispettosa dei tempi e degli aspetti cognitivi, fisici e spirituali e volta al benessere, al conoscersi al rispettare se stessi e ad entrare in relazione con gli altri attraverso giochi non competitivi ma cooperativi, attraverso giochi di contatto e massaggi meiso shiatsu.
yoga_scuola-1-664x1024Lo Yoga Educativo si rivolge a tutta la fascia dell’età evolutiva offrendo per ogni età attività specifiche in forma ludica e divertente. L’idea di portare questa esperienza alla “Carlo Urbani” nasce ormai tre anni fa. Ogni anno il progetto si è concluso con una pratica genitori-figli che ha avuto molta partecipazione sia in termini di numeri che emotivi, regalando momenti preziosi alle famiglie in un momento storico dove il tempo da ritagliarsi non basta mai. A queste lezione hanno partecipato le scuole d’infanzie di Via Camerano e Le Grazie. Anche la scuola dell’infanzia di Montefiore da tre anni aderisce a questo progetto e ogni anno nei più piccoli c’è un grande interesse e nelle famiglie molta partecipazione. Inoltre quest’anno ci sono state delle lezioni per i ragazzi della secondaria di S. Vito nell’ambito della attività relative ad “Attiva”, le giornate laboratoriali e al Liceo classico Giacomo Leopardi, dove una classe quinta ha beneficiato di una serie di incontri con l’obiettivo di fermarsi ad ascoltare, recuperare il respiro in vista anche dell’esame di maturità».

Alessandra Pierini
Alessandra Pierini
mamma di Riccardo ed Angelo e esperta di parole. La sua penna è una bacchetta magica, per questo il suo soprannome è “Stilo”. Trasforma l’attualità di Macerata e provincia in articoli e racconti avvincenti.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie