giovedì, Giugno 13, 2024

Dalla scorta del giudice Falcone
all’antifrode dell’Unione Europea,
Marco Pecoraro si racconta

MACERATA- Il funzionario Ue ha incontrato studenti e studentesse dell'Ite "Gentili"

assemblea-4
Marco Pecoraro con le insegnanti

E’ stato al servizio della Guardia di Finanza con la scorta del giudice Giovanni Falcone al Tribunale di Palermo, si è formato con l’Fbi poi il percorso all’interno delle istituzioni europee che lo hanno portato a ricoprire il delicatissimo compito all’interno dell’ente che si occupa di pratiche antifrode, di beni contraffatti, di elusioni doganali sulle materie e merci importate in Ue. Di questo e molto altro Marco Pecoraro, funzionario dell’Unione europea al servizio Antifrode (Olaf) ha parlato con gli studenti e le studentesse del progetto “Global Marketing” e dell’indirizzo Rim dell’Ite “Gentili” di Macerata. L’incontro all’interno del progetto “Viaggio alla scoperta dell’Unione europea”, in collaborazione con Unimc e Comune di Macerata.

assemblea-2Il prestigioso ospite ha da prima raccontato alcuni aspetti della propria formazione e carriera personale che lo ha visto al servizio della Guardia di Finanza con la scorta del giudice Giovanni Falcone al Tribunale di Palermo, la formazione con l’Fbi ed il percorso all’interno delle istituzioni europee che lo hanno poi portato a ricoprire il delicatissimo compito all’interno dell’ente che si occupa di pratiche antifrode, di beni contraffatti, di elusioni doganali sulle materie e merci importate in Ue. Una testimonianza in prima persona di grande importanza, che con uno stile vivo e coinvolgente ha attirato l’attenzione dei giovani studenti che hanno potuto ascoltare e chiedere ad una fonte diretta quale sia il percorso formativo da seguire, quali le possibilità post diploma in Europa e quali le competenze su cui insistere per un efficace collocamento: tra queste la solida preparazione nelle lingue straniere e nel diritto internazionale.

assemblea-3
«Il team che ha coordinato l’attività – scrive la scuola in una nota –  composto dalle docenti Cinzia Cecchini, Maria Melfi e Paola Palmucci hanno sottolineato quanto la testimonianza diretta degli “addetti ai lavori” abbia un riscontro molto positivo sui ragazzi che possono “toccare con mano” le potenzialità del futuro che li attende e comprendere l’importanza di una solida formazione scolastica come lasciapassare per una carriera in ambito europeo. Gli alunni del progetto “Viaggio alla scoperta dell’Unione europea” partiranno a marzo per Bruxelles dove visiteranno le Istituzioni europee e la delegazione della regione Marche presso l’Ue».

assemblea

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie